Pubblicato il

La gestione del recupero crediti

La gestione del recupero crediti

Parlando con alcuni utenti del sito ilmiorecupero.it è emerso che le problematiche legate alla gestione del recupero crediti siano unicamente in ambito aziendale e non sconfinano da questo.

In realtà non è così, e non solo per gli Imprenditori che vivono praticamente in simbiosi con la propria Impresa, ma anche per chi si occupa del recupero crediti all’interno dell’Azienda vestendo i panni del Credit Manager o Responsabile Amministrativo.

gestire il recupero crediti con metodo = tranquillita’ !!!

I problemi non sono limitati, se così si può dire, alla capacità dell’Azienda di incassare correttamente, e quindi ad avere la possibilità di far fronte a propria volta agli impegni di gestione.

In realtà, confrontandosi in modo più approfondito con le stesse persone, è risultato che il recupero crediti impatta anche sulle vite private, perchè il non avere la liquidità necessaria per pagare i propri fornitori nelle situazioni meno pesanti, per arrivare a non poter pagare i propri collaboratori e dipendenti o persino se stessi nei casi più gravi ha dei risvolti veramente critici.

E purtroppo le cronache recenti relative ai casi più estremi di imprenditori in difficoltà sono solo l’inevitabile racconto di queste situazioni.

Mi occupo professionalmente di recupero crediti da oltre 20 anni e negli ultimi tempi ho avuto l’opportunità e la fortuna di collaborare con moltissime persone che si occupano, all’interno della propria azienda, della gestione del credito.

E penso che sia facile immaginare, anche non avendola vissuta in prima persona, tutta la soddisfazione che si prova nel dare tutti gli strumenti che permettono di affrontare con metodo e quindi risolvere le problematiche dei mancati incassi, queste persone ora sono libere dalla morsa dello stress da recupero ed essendo molto più sereni possono concentrare le proprie energie sul proprio lavoro e soprattutto sulla propria vita.

Proprio per questo motivo ho deciso di scrivere e rendere disponibile a chiunque ne faccia richiesta l’ebook sul recupero crediti per permettere a tutti quelli che decidono di affrontare e risolvere il tema della gestione del credito di avere in mano uno strumento efficace e risolutivo.

Mi farebbe molto piacere conoscere il tuo pensiero in merito, fallo commentando l’articolo qui sotto; inoltre se pensi che possa essere d’aiuto per qualcun altro condividilo tramite i social network utilizzando i bottoni che trovi in basso.

Buon recupero!!!

Pubblicato il

Come si recupera un credito

Come si recupera un credito

Trovarsi di fronte ad una fattura insoluta o ad un mancato pagamento e non sapere come si recupera un credito può essere problematico.

Ci sono due aspetti sui quali focalizzare la propria attenzione, dovendo affrontare sia le azioni per l’incasso del proprio credito che le procedure per prevenire l’insorgere di problematiche di recupero crediti. Quindi occorre gestire due campi:

  1. quello della prevenzione, per selezionare la propria clientela e per minimizzare l’insorgere di problematiche legate ai mancati incassi
  2. quello del recupero credito vero e proprio, cioè di tutte quelle procedure standardizzate finalizzate all’incasso del credito che non è stato pagato dal Cliente.

Come si recupera un credito?

Per quanto riguarda il primo punto è buona norma effettuare una valutazione della propria Clientela prima della fornitura, utilizzando un fornitore di fiducia di servizi di Informazioni Commerciali, meglio ancora se basate solamente su rielaborazioni di banche dati ma con servizi derivanti da verifiche dei dati del possibile Cliente direttamente sul posto.

Utilizzando questi servizi in modo appropriato si otterrà un valido aiuto nell’identificare la parte “sana” della propria Clientela (già in portafoglio oppure ancora in fase di “prospect”), distinguendola da quella che deve essere posta sotto osservazione perchè a rischio, ed identificando quella da evitare perchè non in grado (o non più in grado) di rispettare gli impegni contrattuali.

Per il secondo punto bisogna conoscere come si recupera un credito ed adottare una procedura standard per la gestione degli insoluti e dei solleciti.

Come si recupera un credito in autonomia adottando una procedura standardizzata:

Le quattro azioni per effettuare la procedura di recupero dei crediti interna all’azienda prevedono tempistiche ed operazioni precise, e sono:

  1. dopo 15 giorni dall’insoluto: telefonata di sollecito fattura insoluta;
  2. dopo 15 giorni dalla telefonata di sollecito: invio della prima lettera (per posta, fax oppure e-mail, meglio ancora se certificata) di sollecito, dai toni “soft”, con l’invito di provvedere al pagamento entro 10 giorni dal ricevimento della lettera;
  3. dopo 3 giorni dall’invio della prima lettera: seconda telefonata di sollecito della fattura scaduta al debitore; l’intervento ha lo scopo di conoscere il motivo del mancato pagamento (potrebbe trattarsi di una contestazione sulla fornitura – che andrà risolta – oppure potrebbero esserci altre motivazioni, la conoscenza delle quali sarà fondamentale nel prosieguo dell’azione);
  4. dopo 10 giorni dall’invio della prima  lettera: invio, meglio se tramite Raccomandata AR, della seconda lettera di sollecito usando toni fermi e perentori (intimando che se non verrà effettuato il pagamento entro 10 giorni sarà passata la pratica ad una Società di recupero crediti stragiudiziale).

E’ veramente importante rispettare con precisione la sequenza e la tempistica delle operazioni, in questo modo il debitore ricevendo le comunicazioni con tempestività e nel corretto ordine (prima telefonata, prima lettera di sollecito, seconda telefonata e seconda lettera di sollecito) sarà convinto di avere a che fare con un interlocutore determinato nel far valere le proprie ragioni e quindi nel portare a termine l’azione di recupero crediti.

Per questo motivo – nel caso dovesse accadere che il debitore anche dopo aver ricevuto anche la seconda lettera di sollecito non avesse effettuato il pagamento – diventa necessario mantenere quanto promesso e quindi incaricare dell’azione di recupero crediti stragiudiziale una Società di fiducia che si occupa professionalmente di questo.

Mi farebbe molto piacere conoscere il tuo pensiero in merito, fallo commentando l’articolo qui sotto; inoltre se pensi che possa essere d’aiuto per qualcun altro condividilo tramite i social network utilizzando i bottoni che trovi in basso.

Buon recupero!!!

Pubblicato il

Come scegliere un’ Agenzia di recupero crediti

Come scegliere un’ Agenzia di recupero crediti

Scegliere la giusta Agenzia di recupero crediti è essenziale per raggiungere i risultati desiderati.
A questo proposito ci sono più aspetti da considerare in fase di scelta.
Il primo di questi è che l’Agenzia sia munita di regolare autorizzazione. Nel caso di quelle operanti nel settore del recupero crediti la Licenza è rilasciata dal Questore della Provincia competente ai sensi dell’ Art. 115 del TULLPS. In mancanza di questa autorizzazione un’Impresa non può esercitare l’attività ed è quindi essenziale verificare che ne sia munita (e nel caso non ce l’abbia si consiglia di restarne il più lonano possibile…).
E’ molto importante anche verificare che l’agenzia di recupero crediti abbia una sede fisica, possibilmente con un recapito telefonico di rete fissa, e non solo un indirizzo fittizio presso le sede del titolare o del commercialista di riferimento. E’ un indice di serietà sia verso i propri Clienti che verso i debitori che devono avere la garanzia della possibilità di contatto.
Un’ulteriore indice di serietà è dato dall’appartenenza ad un’associazione di Categoria.

In Italia la principale è l’ UNIREC – Unione nazionale imprese a tutela del credito – che applica dei filtri d’ingresso piuttosto selettivi nei confronti dei nuovi associati ed impone a tutti gli aderenti la sottoscrizione ed il rispetto di un rigido codice deontologico a garanzia sia dei clienti che dei debitori.
L’aspetto principale da verificare, fermi restando l’importanza di quelli precedenti, è quello della specializzazione dell’Agenzia di recupero crediti.
Ci sono infatti diverse tipologie di recupero crediti: dai finanziamenti ai crediti bancari, alle grandi utenze (telefonia, gas ed elettricità, servizi di pay-tv, ecc), crediti nei confronti di privati del tipo B to C (business to consumer) oppure nei confronti di imprese del tipo B to B (business to business).
Evidentemente ogni tipo di credito andrà gestito con una proceduta differente.
Applicare la stessa procedura standard per recuperare il credito derivante da una bolletta impagata di un privato, oppure un credito commerciale che scaturisce da una fornitura non può portare a risultati ottimali, sono due situazioni molto diverse che vanno gestite con modalità distinte. Ed anche nell’ambito dei crediti commerciali verso le imprese occorre utilizzare procedure diverse. Non si può trattare nello stesso modo la gestione di una pratica di recupero crediti nei confronti di una grande azienda rispetto a quella di una piccola impresa o un artigiano.
Per questo è molto importante, dopo aver identificato una potenziale Agenzia di recupero crediti, contattarla direttamente per capire qual’è la sua reale specializzazione ed affidare le pratiche di recupero crediti solo a chi è realmente focalizzato e specializzato sulla gestione della nostra tipologia di pratica.

Mi farebbe molto piacere conoscere il tuo pensiero in merito, fallo commentando l’articolo qui sotto; inoltre se pensi che possa essere d’aiuto per qualcun altro condividilo tramite i social network utilizzando i bottoni che trovi in basso.
Buon recupero crediti!!!

Pubblicato il

Agenzia di recupero crediti – scegliere quella giusta

Agenzia di recupero crediti – scegliere quella giusta

La scelta della giusta Agenzia di recupero crediti è determinante per raggiungere i risultati desiderati.

Vediamo ora quali sono gli aspetti da considerare quando bisogna scegliere quale ‘è la società di recupero crediti migliore per le proprie esigenze, alcuni di questi aspetti sono molto importanti.

Il primo di questi è che l’Agenzia di recupero crediti sia munita di regolare autorizzazione.

Per le imprese operanti nel settore del recupero crediti la Licenza viene rilasciata dal Questore della Provincia di competenza ai sensi dell’ Art. 115 del TULLPS. In mancanza di questa autorizzazione un’Impresa non può esercitare l’attività ed è quindi necessario verificare che ne sia munita (e nel caso non ce l’abbia si consiglia di restarne il più lonano possibile…).

Dove si trova la sede della Società di recupero crediti?

Occorre verificare che l’agenzia di recupero crediti abbia una “vera” sede fisica, meglio se con un numero telefonico di rete fissa, e non solo un recapito postale presso la sede del responsabile dell’Agenzia o del Commercialista di questa.

Avere una sede fisica e’ un indice di serietà sia verso la propria Clientela, ma anche una garanzia nei confronti dei debitori che avranno in questo modo la possibilità di contattare l’Agenzia di recupero.

Appartenenza ad un’associazione di Categoria.

In Italia la principale associazione delle imprese che si occupano di recupero crediti è l’ UNIREC – Unione nazionale imprese a tutela del credito – che applica delle procedure d’ingresso piuttosto selettive nei confronti dei nuovi associati ed impone a tutti gli aderenti il rispetto e la sottoscrizione di un rigido codice deontologico che garantisce sia i clienti che i debitori.

La specializzazione

Quello della specializzazione è probabilmente l’aspetto più importante da valutare nella scelta dell’Agenzia di recupero crediti.

Esistono diverse tipologie di recupero crediti:

  • finanziamenti e crediti bancari in generale (mutui o prestiti)
  • alle grandi utenze (telefonia, gas ed elettricità, servizi di pay-tv, ecc)
  • crediti nei confronti di privati del tipo B to C (business to consumer)
  • crediti commerciali nei confronti di imprese del tipo B to B (business to business).

Sarà banale ma ogni tipo di credito per avere i migliori risultati va gestito con procedure differenti e specializzate.

Utilizzare gli stessi metodi per recuperare un credito commerciale derivante da una fornitura  B to B oppure gestire il recupero di una bolletta impagata da parte di un soggetto privato, non porterà a raggiungere le migliori performance, in quanto si tratta di gestire due situazioni molto diverse fra loro, che andranno trattate con procedure distinte.

Ed occorre una specializzazione persino nell’ambito di una stessa categoria di crediti.

Ad esempio nell’ambito dei crediti commerciali vantanti nei confronti di un’Impresa bisogna utilizzare sistemi specifici. Non è pensabile gestire nello stesso modo la una pratica di recupero crediti nei confronti di una grande azienda ed una nei confronti di una PMI o un’Impresa artigiana.

Per questo motivo, al fine di massimizzare la resa delle pratiche di recupero crediti che andranno a buon fine, sarà di grande utilità  – dopo aver identificato un’ Agenzia di recupero crediti che sia munita di regolare Autorizzazione, abbia una sede fisica e sia possibilmente parte di un’Associazione di categoria –  contattarla direttamente per capire qual’è la sua reale specializzazione ed affidare le pratiche di recupero crediti solo ad un’ Agenzia di recupero crediti realmente focalizzata e specializzata nella gestione della nostra tipologia di crediti.
Lascia la tua mail nel box che trovi in questa pagina in alto a destra e riceverai in regalo l’ebook “pagami subito”. In questo libro troverai tanti altri strumenti preziosi per la gestione in autonomia del sistema di recupero crediti.

Se invece non hai tempo per occuparti in prima persona della gestione del recupero crediti puoi contattarmi utilizzando l’indirizzo email che in fondo alla pagina, oppure, ancor più semplicemente chiamando in orari d’ufficio il numero telefonico 02.95.34.32.30.

Mi farebbe molto piacere conoscere il tuo pensiero in merito, fallo commentando l’articolo qui sotto; inoltre se pensi che possa essere d’aiuto per qualcun altro condividilo tramite i social network utlizzando i bottoni che trovi in basso.

Buon recupero!!!

Pubblicato il

Perche’ siamo diversi

Il nostro impegno e’ finalizzato al raggiungimento dell’obiettivo – che e’ quello di recuperare il credito affidatoci – tenendo sempre bene in mente le garanzie (scritte) per il nostro Cliente:

  • gestione della pratica entro tempi esattamente definiti nel conferimento del mandato
  • dettagliato rapporto informativo alla chiusura della pratica (solo per le pratiche non incassate) ed aggiornamenti periodoci sullo stato della gestione (oppure in relazione a determinati eventi quali, ad esempio, l’accettazione di un piano di rientro)
  • costi certi e predeterminati al momento dell’incarico, senza ulteriori addebiti, in nessun caso.

In ogni fase della lavorazione della pratica ci atteniamo ad un rigido codice deontologico, a tutela del nostro Cliente ed a garanzia del debitore.

Garanzia di soddisfazione al 100%

Il nostro sistema di recupero crediti garantisce dei sicuri vantaggi non solo nel caso più ovvio, quando il credito è stato recuperato, ma anche in caso di mancato recupero, grazie al dettagliato report informativo che viene inviato al momento della chiusura della pratica.

Prova il nostro servizio e se alla fine non sarai soddisfatto del modo in cui è stato gestito ti rimborseremo integralmente il costo di istruttoria della pratica.

Contattaci ora

compila il form che trovi qui sotto, o chiamaci al numero 02.95343230 scoprirai perche’ affidandoci il recupero crediti avrai dei sicuri vantaggi, verificabili con numeri e fatti (anche in caso di mancato recupero!)